1 gennaio, sveglia presto

by / / Non categorizzato

Alzarsi la mattina presto paga, lo sappiamo tutti. Ma quando eravamo ragazzini ne avremmo fatto volentieri a meno. Le cose cambiano quando c’é un bel motivo per alzarsi. Anche se é il primo dell’anno e la sera prima abbiamo fatto tardi.

Così, in barba alle fatiche della sera prima, i nostri dei corsi Freemountain e Bandiera Nera la mattina del primo dell’anno hanno fatto una cosa pazzesca. Appuntamento a Checrouit ore 10:00, ritardatari non ammessi. Zaini in spalla con artva, pala e sonda. Direzione funivia ARP.

Ore 10:30 pronti a scollinare Col di Youla e dalla parte opposta il vallone dei Wess.
Questa volta però niente cose facili. Questa volta la destinazione é l’Arpvielle, uno dei fuoripista più belli di tutta Courmayeur.

Unico problema: la diagonale, a picco sul vallone dei Wess, che da accesso al vallone dell’Arpvielle non é ancora stata battuta. C’é da fare una gran fatica a fare la traccia ma sopratutto c’é da sapere esattamente dove farla.

In testa e in coda i nostri maestri/guide alpine, in mezzo i ragazzi a farsi il mazzo verso la “testa” dell’Arpvielle pelata dal vento dei giorni precedenti.
Una volta arrivati lo spettacolo é mozzafiato, la Val Veny sotto i piedi, la Val Ferret in lontananza e la catena del Monte Bianco a un palmo dal naso.

A questo punto inizia la parte bella: il vallone dell’Arpvielle si apre immenso e carico di neve polverosa. Il percorso é dei migliori, neve, niente ghiaccio e sopratutto nessuna traccia.
Siamo i primi in assoluto quest’anno e i ragazzi se la sciano alla grande. Alla fine tutta questa fatica ha pagato alla grande, non solo per loro ma anche per noi.

Bravi ragazzi!!

TOP

Covid-19 in Valle d'Aosta

La Giunta regionale ha concordato con gli impianti di risalita della Valle d'Aosta la chiusura dei comprensori a partire dal Lunedì 9/03/2020 fino al termine della stagione.